Cofanetto #11

85,00

Spedizione Gratuita

In collaborazione con

Tempi di consegna: 5 giorni lavorativi

Vai alle Spedizioni

Pagamenti Sicuri

In collaborazione con:

metodi pagamento

Vai ai Pagamenti

metodi pagamento

All’interno del box trovi:

  • Mens Extensa. Saggio multidisciplinare sul rapporto tra uomo e artefatto tecnologico.
  • Verificare di essere umani. Riflessione interdisciplinare intorno a Transumanesimo e Postumanesimo.
  • Nulla da temere, tutto da desiderare. Ricerca storico-psicologica sulla teoria psicoanalitica reichiana.
  • Capire Fukushima. Saggio scientifico sull’incidente di Fukushima Daiichi e sulla questione del nucleare.
  • Tavola: About how I became obsolete, dell’artista catanese Mana, tratto dal libro Verificare di essere umani.
  • Segnalibro.

Spediamo il cofanetto in confezione regalo ovunque tu desideri.

Inoltre aggiungiamo a tua scelta un biglietto d’auguri personalizzato. (Da indicare nelle Note sull’ordine al checkout)
Il cofanetto sarà disponibile dal 1 dicembre al 31 dicembre 2021. Disponibile fino ad esaurimento scorte.
Spedizione Gratuita

In collaborazione con

Tempi di consegna: 5 giorni lavorativi

Vai alle Spedizioni

Puoi anche acquistarli singolarmente

Descrizione

Mens Extensa di Simone Belvedere, menzione speciale della critica: premio Microeditoria di qualità 2021

Indaga i risultati ottenuti intorno alla riflessione sull’anima, sulla mente e sul suo rapporto con il corpo. Le riflessioni proposte in questo agile saggio sono caratterizzate da un approccio multidisciplinare, passando per la trattazione di argomenti filosofici e storici, coadiuvati da riferimenti a discipline scientifiche quali le scienze cognitive. Un recente modello che si propone di dare conto della vera natura dell’anima umana è quello della Mente estesa, posizione esternista che concepisce la mente in perenne rapporto col mondo, riversata nell’ambiente esterno, un mondo che, divenendo intelligente, si popola di artefatti che potenziano le capacità fisiche e cognitive umane. Invece di adattarsi all’ambiente, il cyborg naturale trasforma il mondo a sua immagine, con conseguenze difficili da prevedere. La mente umana trova riflesso in un ambiente sempre più antropizzato, un mondo di macchine, che rischia di sovvertire le convinzioni che abbiamo su noi stessi, mostrando spiragli futuribili di un’umanità minacciata dall’eccesso di mondo che gli artefatti tecnologici hanno comportato.

Verificare di essere umani di Selenia Anastasi

L’opera si propone di sviluppare un discorso che abbia un valore etico, muovendo dalle controverse proposte dei movimenti Transumanisti e Postumanisti, circa il futuro e il presente della specie umana. Si prenderanno in considerazione tanto gli aspetti critici, quanto quelli propositivi e innovativi di entrambe le letture. L’aspirazione e insieme la necessità di un approccio transdisciplinare alla materia trattata ha comportato l’uso di documentazione ampia e variegata, consentendo di includere, tra le argomentazioni, teorie e concetti cari a settori scientifici e disciplinari quali Filosofia della mente, Antropologia culturale, Fisica, Biologia, passando per Teorie dell’informazione, l’Intelligenza Artificiale e Bioetica, pur rimanendo fedeli alla peculiare metodologia di ricerca olistica della Sociologia della Cultura. Intento dell’autrice è dimostrare che un orientamento moderato del pensiero transumanista è possibile, in quanto legittimo e realistico, se inquadrato all’interno del panorama contemporaneo dominato dall’elemento artificiale. A corredo del saggio, è presente un'appendice grafica realizzata dall'artista Mana.

Nulla da temere, tutto da desiderare di Antonella Messina

Saggio dedicato alla figura di Wilhelm Reich, al suo pensiero e alle vicissitudini storiche che fanno da sfondo all’elaborazione della teoria psicoanalitica reichiana. Attraverso l’analisi dei regimi totalitari e della psicologia della massa, Reich descrive, a partire dai blocchi corporei e dalle loro conseguenze psichiche, la peste emozionale che affligge la società di ieri come quella odierna. Ne segue un fare psicoterapico ed educativo, che possa rendere il piccolo uomo di nuovo capace di dare un impulso autodiretto e poietico al suo fare sociale e politico. L’attualità, a tratti disarmante, del pensiero reichiano getta una luce vivida sull’individuo contemporaneo, costretto alla rarefazione e alla deprivazione, abitato da inquietudini all’apparenza ancestrali.

Capire Fukushima di Piergiorgio Pescali

Comprendere come si è arrivati all’incidente della centrale giapponese impone, innanzitutto, uno studio a monte che deve includere i principi della fissione nucleare e, come ulteriore approfondimento culturale, la storia che ha portato gli scienziati a comprendere il funzionamento del nucleo atomico e delle radiazioni. Afferrare come mai un nucleo possa fissionarsi, il modo in cui si divide e gli effetti che tale fissione produce aiuta a seguire, con più competenza e meno partigianeria, non solo la storia di Fukushima Daiichi, ma anche il dramma che la popolazione colpita dall’incidente ha subìto e continua ancora oggi a subire. Le conseguenze dell’incidente non sono solo materiali, ma anche morali, psicologiche; soprattutto le ultime due avranno sempre più peso, via via che il tempo cancellerà le impronte lasciate dal terribile Grande terremoto del Giappone orientale e dello tsunami dell’11 marzo 2011.

Gli autori